[ Anno 19° - Giovedì, 19 Settembre 2019 - 15:12 ]

Turiste per passione

Itinerari, reportage di viaggio, curiosità e notizie del mondo

Turiste per passione

05 Giugno 2011

In Sicilia alla scoperta del Parco Botanico e Geologico delle Gole d'Alcantara (ME)

Un comprensorio che si estende su 100 ettari di suggestiva meraviglia geologica

In Sicilia alla scoperta del Parco Botanico e Geologico delle Gole d'Alcantara (ME)

Incastonata tra l’Etna e Taormina c’è una terra dai mille profumi, punteggiata di agrumeti, uliveti, fiori e meraviglie naturali. Un angolo di Sicilia imbevuto dei segni del tempo e che trasuda bellezza: è la valle dell’Alcantara. Prende il nome dall’omonimo fiume che bagna le provincie di Messina e Catania. La parola deriva dall'arabo "Al Qantarah": significa "ponte ad arco" e si riferisce alla costruzione romana di cui si possono ancora ammirare i resti. Seguendo il corso d’acqua ci si addentra in straordinari paesaggi che culminano nello stupefacente scenario delle Gole, che attirano visitatori da tutto il mondo.
Le gole sono alte fino a 25 metri e larghe nei punti più stretti 2 metri e nei punti più larghi 4-5 metri; il canyon naturale, a differenza di quanto comunemente si pensa, non è stato scavato nel corso di migliaia di anni dall'acqua. L'ipotesi più accreditata è legata ad eventi sismici che, con un movimenti sussultorio-tettonici fecero letteralmente spaccare in due vecchi laghi basaltici formatisi dalla fuoriuscita di magma dalle fessurazioni , vecchie di 300.000 anni, dei basamenti pre-etnei, consentendo all'acqua del fiume di insinuarsi al suo interno.
Sul territorio di Motta Camastra in località Fondaco Motta si trova la gola più imponente e famosa dell'Alcantara, lunga per più di 6 km ma percorribile in modo agevole per i primi 3.
Le forme prismatiche assunte dalle rocce basaltiche dopo il raffreddamento e il consolidamento di antichissime colate laviche, hanno sviluppato ripide pareti che si ergono fino a 50 metri.
Il Parco Botanico e Geologico delle Gole d’Alcantara in contrada Sciara – Larderia di Motta Camastra (ME) è nato con l’intento di preservare questo gioiello del territorio siciliano e italiano, arricchendo l’offerta culturale e turistica con servizi e attività ad hoc. Il Centro Accoglienza del Parco, gestito da Terrelacantara per fornire tutte le informazioni possibili ai visitatori, accoglie le attività di didattica, degustazione, esposizione e vendita, ospitando anche il mercato del contadino e il museo del territorio.
Per capire meglio, il comprensorio si estende su 100 ettari e comprende il famoso Sentiero delle Gole, 1220 metri che permettono di ammirare in tutta la sue estensione la suggestiva meraviglia geologica. Il reticolo di piccole strade, utilizzate un tempo per la coltivazione dei fondi e quasi completamente recuperate, si estende in totale per oltre 10 km, suddivisi fra il più breve, la Passeggiata di Artemide, di 354 metri, al più lungo, la Passeggiata di Hermes, di 5280 metri.
Si tratta di 8 percorsi che conducono a spiagge, cascate, frutteti e meraviglie paesaggistiche che si immergono nella natura, conducendo da una vecchia masseria all’altra, trasformate oggi in confortevoli agriturismi. 

I servizi forniti da Terralcantara, permettono di gustare appieno il rigoglio di questo spicchio di Sicilia, ma non solo. Anche di riassaporare i ritmi e i piaceri del lavoro artigianale e contadino, prendendosi in prima persona una pausa dalla vita cittadina e mettendo in moto il corpo per fare con le proprie mani un prodotto di Sicilia.
È  possibile assistere alla preparazione delle marmellate, fatte ancora artigianalmente e a mano, oppure alle attività del liquorificio, e  soprattutto partecipare a Oro Giallo, la raccolta degli agrumi (arance, limoni, mandarini, pompelmi) o a quella delle olive, Oro Verde, inebriati dal profumo delle zagare. Quest’ultima raccolta, aperta a gruppi di visitatori che lo richiedono come l’altra, prevede anche la possibilità di depositare i frutti alla macina, tornandosene a casa dopo qualche ora col proprio olio.
A completare un’offerta ricchissima, oltre alle attività di didattica ambientale, c’è il mercato di Bio Alcantara, in cui è possibile trovare i prodotti genuini della zona: l’olio extravergine convenzionale e quello dop, i liquori curati fin dalla raccolta dei frutti (limone, arancio, mandarino, pompelmo, fico d’India, cannella, finocchietto, cacao), le confetture e le marmellate, le verdure sottolio e le conserve al pomodoro.

Per raggiungere le gole d’Alcantara
Da Messina percorrere la SS n.114 (che va fino a Catania), deviare presso Giardini Naxos verso la SS n.185, direzione Francavilla di Sicilia e dopo dodici chilometri si raggiungono le Gole dell'Alcàntara. Via Autostrada da Messina: imboccare l'Autostrada A18 in direzione Catania ed uscire a Giardini Naxos. Da Catania: imboccare l'Autostrada A18 in direzione Messina ed uscire a Giardini Naxos. Dall'uscita dell'autostrada proseguire per dodici chilometri in direzione di Francavilla di Sicilia.

Per informazioni sulle attività del parco: Centro accoglienzaTerralcantara
Via Nazionale, 5 - 98030  Motta Camastra (ME) Tel. 0942.985174
E-mail: booking@terralcantara.it
Sito web: www.terralcantara.it

La redazione

Condividi su Facebook

Ritratti di donne

Leggi gli altri Ritratti di donne ->

Vuoi pubblicare articoli, news, comunicati su DonneInViaggio? Registrati

Se sei già registrata/o vai al Login

DonneInViaggio.com
Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere informata/o sugli aggiornamenti della rivista

News ed Eventi

Leggi altre news ed eventi ->

Libri

Leggi altre Libri ->

Info Rivista

Rivista a cura
dell'Associazione DonneInviaggio

Direttrice Editoriale: Mary Nicotra

Direttrice Responsabile: Elena Vaccarino

Registrazione Tribunale di Torino N° 5466 del 21.12.2000

Tutti i diritti riservati. E' proibita ogni riproduzione anche parziale di testi e immagini senza autorizzazione scritta.

Sito realizzato da: Maurizio Scarpino