[ Anno 19° - Domenica, 24 Marzo 2019 - 16:14 ]

Turiste per passione

Itinerari, reportage di viaggio, curiosità e notizie del mondo

Turiste per passione

03 Luglio 2013

Viaggio nella Palestina rurale con Agronomi senza Frontiere.

L'associazione Agronomi e Forestali senza Frontiere organizza un viaggio di conoscenza della Palestina Rurale dal 30 ottobre al 10 Novembre 2013.

Viaggio nella Palestina rurale con Agronomi senza Frontiere.

Dopo aver vissuto questa intensa, bellissima esperienza pochi mesi fa, segnalo la proposta del prossimo viaggio condotto da Laura Ciaghi in Palestina.

 

Una terra, la Palestina, bellissima ma tormentata. Una stagione, l'autunno, in cui il tempo è ancora mite, le olive mature, e la terra si prepara ad iniziare un nuovo ciclo vitale.Una terra, la Palestina, bellissima ma tormentata. Una stagione, l'autunno, in cui il tempo è ancora mite, le olive mature, e la terra si prepara ad iniziare un nuovo ciclo vitale.

Un viaggio per capire una realtà di cui i media parlano molto ma di cui si sa poco.

Un viaggio di incontro con le persone del luogo da cui ci faremo accompagnare  nella conoscenza dei posti e della storia, soprattutto recente, del paese, focalizzandoci in maniera prevalente, ma non esclusiva, sul mondo rurale. 

Incontreremo i pastori camminando nelle colline a Sud di Hebron, al limite del deserto, passeggeremo fra gli olivi nella campagna di Betlemme, dormiremo nel campo profughi di Dehisha ospitati da una famiglia del posto, visiteremo il centro storico di Hebron assieme all' Hebron Rehabilitation Committee, l'organizzazione che si sta occupando di restaurare e ripopolare le antiche case della casbah. Visiteremo i progetti agricoli di cui ASF é partner, nella valle del Giordano e nell'area di Jenin; incontreremo le realtà del commercio equo e solidale palestinese.

Avremo occasione di incontrare rappresentanti del variegato mondo pacifista israeliano, parlare con soldati ed ex soldati, e con qualche colono. Ascolteremo diversi punti di vista su una stessa situazione e ci sarà il tempo ed il modo di discuterne assieme.

A Gerusalemme dormiremo in un ostello della Città Vecchia, ad Hebron saremo ospiti di un'organizzazione internazionale ed alcune notti le passeremo ospiti delle famiglie palestinesi. Anche per i pasti, avremo modo di visitare qualche ristorante, di sperimentare l'ospitalità delle famiglie locali, palestinesi ed israeliane, e in qualche occasione, di preparare alcuni pasti in modo indipendente. Ci muoveremo utilizzando taxi e autobus, le modalità di trasporto pubbliche usuali in Palestina.

Costo stimato del viaggio attorno ai 1000 euro (circa 300 il biglietto aereo e 750 per vitto, alloggio, trasporto e guide).

Il viaggio si rivolge a tutte le persone interessate a conoscere la realtà palestinese in Cisgiordania, in particolare quella rurale; non sono necessarie particolari competenze tecniche, ma spirito di adattamento e la disponibilità ad ascoltare le storie di chi da decenni vive realtà di oppressione e forte limitazione della libertà e lotta per la propria dignità e per avere accesso a risorse come la terra, l'acqua e la libertà di muoversi.

Informazioni ed iscrizioni, presso
palestina@agronomisenzafrontiere.it

Iscrizioni entro il 15 settembre.

 

Una finestra nella quotidianità palestinese ed israeliana. 

Ospitalità  presso famiglie
Visite a produttori agricoli e realtà del commercio equo e solidale
Camminate nella natura
Incontri con persone e comunità impegnate nella risoluzione nonviolenta del conflitto


assaporare visitare fare spazio domandare cucinare essere imparare contemplare gustare rivedere annotarsi ascoltare ridere viaggiare capire provare condividere fare rispondere dire indignarsi sostenere confrontare pensare commuoversi  domandarsi impegnarsi incontrare scrivere    cercare contare camminare chiedere riflettere raccogliere riposare vedere confrontarsi dubitare discutere decidere emozionarsi trovare...

Prima della delegazione sarà proposta una giornata di formazione per conoscere il gruppo e condividere alcune informazioni sul contesto geo-politico. La partecipazione a questo incontro è fortemente consigliata.

Informazioni anche su www.agronomisenzafrontiere.it

Il viaggio si rivolge a tutte le persone interessate a conoscere la realtà palestinese, in particolare quella rurale; non sono necessarie particolari competenze tecniche, ma spirito di adattamento e la disponibilità ad ascoltare le storie di chi da decenni vive realtà di oppressione e forte limitazione della libertà.


PROGRAMMA INDICATIVO
Gerusalemme: la città vecchia, la Linea Verde, incontro con organizzazioni per i diritti umani israeliane e palestinesi;
South Hebron Hills: At Tuwani e Susiya. forme tradizionali di agricoltura e pastorizia, le colonie israeliane, l'accesso all'acqua e ai mercati;
Hebron: il santuario di Abramo, colonie e basi militari nella Città Vecchia, il suq e la cooperativa delle donne;
Betlemme: la questione dell'acqua, il diritto al ritorno e la visita ad un campo profughi; tour naturalistico, attività agricole e resistenza nonviolenta
Progetti agricoli e cooperative nell'area di Jenin e di Nablus e della valle del Giordano
Le comunità beduine del Negev Tempo libero per visite ed acquisti
Il programma potrà subire variazioni e modifiche in base alla disponibilità delle organizzazioni e delle comunità ed alla situazione in corso.
LOGISTICA
Il viaggio ed i pernottamenti saranno all'insegna della massima semplicità: quando possibile, saremo ospitati presso famiglie, riconoscendo loro un compenso. E’ richiesta ai partecipanti una buona capacità di adattamento anche a situazioni di possibile disagio (materassi a terra, dormire in stanze condivise, frequenti spostamenti, giorni con limitata disponibilità di acqua).
II costo del viaggio è stimato di 750 euro (comprensivi di spese di vitto, alloggio, trasporti locali e compenso per le persone che ci accompagneranno nella visita) più il costo del biglietto aereo che potrà essere acquistato in autonomia    oppure    appoggiandosi all’agenzia “Viaggi e Miraggi” di Padova.
Il viaggio sarà confermato con un numero minimo di 6 adesioni ed è previsto un numero massimo di 13 partecipanti. Ci riserviamo la possibilità di annullare il viaggio nel caso in cui il contesto politico risulti particolarmente instabile al momento della partenza.
Sono disponibili 2 borse di studio a parziale copertura dei costi per studenti che si rendano disponibili come traduttori dall'inglese.

rp

Condividi su Facebook

Ritratti di donne

Leggi gli altri Ritratti di donne ->

Vuoi pubblicare articoli, news, comunicati su DonneInViaggio? Registrati

Se sei già registrata/o vai al Login

DonneInViaggio.com
Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere informata/o sugli aggiornamenti della rivista

News ed Eventi

Leggi altre news ed eventi ->

Libri

Leggi altre Libri ->

Info Rivista

Rivista a cura
dell'Associazione DonneInviaggio

Direttrice Editoriale: Mary Nicotra

Direttrice Responsabile: Elena Vaccarino

Registrazione Tribunale di Torino N° 5466 del 21.12.2000

Tutti i diritti riservati. E' proibita ogni riproduzione anche parziale di testi e immagini senza autorizzazione scritta.

Sito realizzato da: Maurizio Scarpino